CCP

martedì 18 marzo 2014

Giorgia Meloni e Matteo Salvini insieme contro l'€uro? Magari...


 
Oggi il Senato deciderà se abbassare la soglia di sbarramento delle elezioni europee dal 4 al 3%. A prescindere da questo dettaglio tecnico che rassicura la Lega (data intorno al 4%) e fa sperare Fratelli d'Italia (dati intorno al 3%), serv...irebbe una un semplificazione del quadro politico, anche e soprattutto nella coalizione di centro-destra, partendo, appunto, dalle prossime elezioni europee. Bisognerebbe, a tal fine, riunire in una sola lista NO €URO, tutte le forze politiche che si oppongono alla plutocrazia mondialista ed a questa Europa dei banchieri privati, in difesa della nostra sovranità nazionale e monetaria e di una diversa e nuova Europa dei Popoli, delle identità e della giustizia sociale. Un "fronte nazionale" (stile Marine Le Pen) che raccolga la Lega Nord, Fratelli d'Italia, i vari gruppi della destra radicale, identitari ed autonomisti ed il movimento dei Forconi. Una forza politica elettorale che non avrebbe alcun problema a superare gli sbarramenti elettorali nazionali ed europei, che potrebbe raggiungere tranquillamente il 10% e crescere ulteriormente, svuotando la sterile protesta grillina. Per questo, voglio organizzare, al più presto, un primo incontro politico fra i due giovani leader Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Per superare vecchie ruggini, incomprensioni e schematismi, in nome del bene comune e contro il nemico comune. Vi è uno straordinario spazio politico ed elettorale per una nuova e moderna forza identitaria e nazional popolare.

ROBERTO JONGHI LAVARINI

 

Nessun commento:

Posta un commento